Aspettando Marchionne il Caw si accorda con Ford e Chrysler si arrabbia

Scritto da: -

KenLewenza22333444.jpg Mentre Sergio Marchionne prepara l’incontro con Mario Monti e le polemiche sulla Fiat in Italia non tendono a scemare, in Canada, a nord del confine, il Canadian Auto Workers strappa a Ford un accordo preliminare per il rinnovo del contratto di lavoro. E ora si concentra su General Motors e Chrysler, alle quali chiede di accettare gli stessi termini, pronto altrimenti a proclamare lo sciopero, il primo in 16 anni, fra i dipendenti delle due case automobilistiche.

Il presidente del Caw, Ken Lewenza (nella foto), sottolinea: “E’ un buon accordo, soprattutto di questi tempi”, ha detto, aggiungendo: “Non siamo riusciti a migliorare gli standard di vita dei nostri pensionati. Avremmo voluto farli partecipare ai recenti successi della società ma non è stato possibile”. L’intesa non prevede aggiustamenti salariali né modifiche al piano pensionistico, ma assicura la creazione di 600 posti di lavoro da parte di Ford.

L’industria Ford impiega in Canada 4.500 dipendenti, meno di General Motors e Chrysler, ed è stata la prima a raggiungere un accordo con il Caw in quattro delle cinque ultime trattative sindacali per il contratto. La più piccola delle sorelle di Detroit si era detta preoccupata della scelta del Caw di concentrarsi prima su Ford per il rinnovo. “Rispettiamo Ford come competitor, ma non riteniamo - aveva detto Chrysler - che sia nella miglior posizione per assumere questo ruolo
data la significativa riduzione” della sua presenza in Canada negli ultimi anni.

Vota l'articolo:
3.90 su 5.00 basato su 10 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Canada.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Tecnologia di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano